RISANAMENTI NON DISTRUTTIVI

Risanamenti strutturali
Sfruttando la grande esperienza acquisita in questi lavori, la profonda conoscenza dei materiali e la continua ricerca nel campo delle tecniche applicative, CESA utilizza RELINING: il metodo di risanamento e riabilitazione di condotte interrate più versatile e sicuro attualmente utilizzato, per via della sua grande adattabilità ad ogni tipo e forma di condotta, la sua estrema velocità e semplicità di messa in opera e soprattutto per la sua garanzia applicativa e di durata. Il processo RELINING è studiato per il recupero e la riabilitazione di tubazioni interrate esistenti quali fognature civili ed industriali, pluviali, camini, colonne di scarico bagni e relative braghe, senza effettuare scavi.

relining
Il rivestimento RELINING può essere applicato in condotte aventi contorno bagnato equivalente ad un diametro da 22 a 2300 mm e lunghezze fino a 300 ­ 400 metri, in un’unica soluzione. Queste soluzioni sono adatte, in particolare modo, al risanamento di pluviali, camini, colonne di scarico dei bagni e relative braghe, posti all’interno della muratura di fabbricati, ma anche a tubazioni che trasportano liquidi in pressione. Il procedimento di formazione del nuovo tubo in opera, segue le specifiche indicate nelle norme statunitensi ASTM F­1216. Il risanamento viene effettuato con l’utilizzo di una guaina in feltro poliestere rivestita esternamente da una pellicola impermeabile ed impregnata di resina termoindurente poliestere o epossidica. Il suo inserimento è effettuato in un tubo di inversione posto in corrispondenza di un’estremità della condotta. La discesa nella tubazione è assicurata dalla immissione di acqua a battente costante che garantisce la spinta necessaria a rovesciare la calza e a farla avanzare lungo il tratto da risanare. La guaina, spinta da questa pressione, aderisce perfettamente alle pareti interne, ne ricopre il profilo e percorre la lunghezza prefissata. In tal modo vengono sigillate le fessurazioni presenti e ricostruite le superfici, anche se molto danneggiate. Completato l’inserimento del nuovo rivestimento, la resina viene fatta polimerizzare riscaldando a circa 80° l’acqua impiegata per l’inversione. Il riscaldamento è realizzato utilizzando caldaie di adeguata potenza ed un sistema pompante. Dopo la polimerizzazione si procede alla finitura delle estremità, con idonei prodotti a base di resine e cementi speciali, ed alla riapertura delle diramazioni laterali mediante frese robotizzate teleguidate. Il risanamento di condotte eseguito con RELINING è garantito da una polizza assicurativa decennale emessa da una primaria compagnia.

Fasi di applicazione RELINING

FASE 1:
Inversione guaina

FASE 2:
Avanzamento guaina

FASE 3:
Catalisi